Doppio risparmio con l'agevolazione per il risparmio energetico

   0 condivisioni
Doppio risparmio con l'agevolazione per il risparmio energetico

Continuiamo il nostro approfondimento sulle agevolazioni fiscali di cui puoi usufruire se stai ristrutturando casa per aprire un b&b.

Partiamo dal presupposto che le detrazioni fiscali non sono cumulabili. Cioè, se stai ristrutturando casa e al contempo stai sostituendo il vecchio impianto di riscaldamento, dovrai scegliere se beneficiare dell'agevolazione per ristrutturazione o per risparmio energetico.

In cosa consiste quest'ultimo?

Anche qui si tratta di una detrazione dall'Irpef o Ires, in base ai lavori sostenuti nell'abitazione, secondo i criteri previsti. Ne possono fruire:

  • persone fisiche (anche esercenti e professionisti)
  • contribuenti che conseguono reddito d'impresa
  • associazioni tra professionisti
  • enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • titolari di un diritto reale sull'immobile
  • condomini
  • inquilini
  • comodatari

Le percentuali detraibili (dall'Irpef o Ires), sono ripartite in base a scadenze così distribuite

Percentuali detraibili - tabella riqualificazione energetica

per queste tipologie di lavori e con questi massimali

Massimali - tabella riqualificazione energetica

Riassumendo, se hai una casa e devi fare dei lavori che riguardano il risparmio energetico, puoi approfittare della detrazione che, come quella relativa alla ristrutturazione, non potrà essere superiore all'imposta Irpef annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. L'eccesso non verrà rimborsato.

Ciò che ci tengo sia chiaro, è che puoi accedere all'agevolazione solo se si tratta di sostituzione di impianti, infissi, ecc., atti a migliorare l'efficienza energetica della casa esistente. Quindi se parliamo di una ristrutturazione che prevede demolizione e ricostruzione, l'incentivo è accessibile solo in caso di fedele ricostruzione della struttura. In caso di ristrutturazione con ampliamento, saranno considerati solo i lavori eseguiti nella parte esistente.

Una volta terminati i lavori, ti dovrai fornire dei documenti qui elencati (li puoi far redigere da un tecnico abilitato):

  • asseverazione
  • attestato di certificazione (o qualificazione) energetica
  • scheda informativa relativa agli interventi realizzati

Questi si dovranno trasmettere in via telematica attraverso www.acs.enea.it entro 90 gg. dalla fine dei lavori.

Ricorda di conservare i documenti spediti, la ricevuta dell'avvenuto invio, le fatture dei lavori effettuati, i relativi bonifici (tutti i pagamenti dovranno essere effettuati tramite bonifico bancario o postale) e se sei il locatario dell'immobile la dichiarazione di consenso all'esecuzione dei lavori da parte del proprietario, in modo da averli pronti in caso di un'eventuale richiesta da parte dell'Amministrazione finanziaria.

Buon lavoro!

Tags: agevolazioni, aprire un b&b